«

»

nov
30

XXI Domenica del Tempo Ordinario – 23 Agosto 2015

150823 XXI Domenica del Tempo OrdinarioNoi cristiani dobbiamo avere l’umiltà di riconoscerci capaci di tradire il Signore, se abbandoniamo i mezzi che Egli ci ha donato per restare uniti a Lui. “Tu hai parole di Vita Eterna”: queste parole di Pietro ci aiutino nell’ora della prova.

 

 

Commento:

http://www.la-domenica.it/xxi-domenica-del-tempo-ordinario-/-b/

Prima Lettura:

Giosuè propone al popolo radunato a Sichem una scelta radicale: o gli dèi o il Signore Dio, che con generosità ha offerto la sua protezione e i suoi doni. Israele non può rispondere che con una piena adesione di Fede e di Amore.

dal Libro di Giosuè (24,1-2a.15-17.18b) – http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__P5V.HTM

Seconda Lettura:

San Paolo vede nell’amore degli sposi cristiani il riflesso dell’Amore di Cristo per la Chiesa, e in questo amore spinto fino alla croce addita il modello dell’amore umano.

dalla Lettera di San Paolo Apostolo agli Efesìni (5,21-32) – http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PYH.HTM

Le tue parole, Signore, sono Spirito e Vita; tu hai parole di Vita Eterna.

Vangelo:

Il discorso sul Pane di Vita, fatto da Gesù, si conclude con una frattura: i più non credono e se ne vanno. Ma Pietro confessa la sua Fede, come portavoce dei Dodici.

dal Vangelo secondo Giovanni (6,60-69) – http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PVQ.HTM

“Capaci di svegliare il mondo”:

23 agosto – Santa Rosa da Lima: Nacque il 20 Aprile 1586 a Lima (Perù), decima di tredici figli e il suo nome di battesimo era Isabella. Aspirò sin da piccola a consacrarsi a Dio nella vita claustrale, ma dovette affrontare il tracollo finanziario della sua famiglia. Rimase perciò nel mondo, vestendo l’abito domenicano e dedicandosi alla penitenza e alla preghiera per la salvezza dei peccatori e delle popolazioni indigene, ma allestì anche un centro di assistenza per bambini e anziani abbandonati. Morì il 24 Agosto 1617. (http://it.cathopedia.org/wiki/Santa_Rosa_da_Lima )   Luigi Giovannini, ssp

——-

Cari amici,

la “scelta” ed il “per sempre” sembrano essere i perni introno ai quali girano le letture che ci vengono proposte oggi. Giosuè chiama il popolo di Israele a scegliere in modo chiaro e definitivo se seguire il Signore o altri dei; Paolo vede nell’amore sponsale scelto, e scelto per sempre, il rapporto profondo e fedele che c’è tra Cristo e la sua Chiesa; Gesù si rivolge ai Dodici chiedendo loro: “Volete andarvene anche voi?”….

Anche in queste letture c’è tutto l’Amore di Dio per noi, ma in queste letture questo amore si declina persino con la gelosia!… Dio ci vuole tutti per Lui. Non quindi tentennanti, ondivaghi, incerti, …, ma dichiaratamente suoi, seguendo la via della sua conoscenza attraverso il Vangelo e tutte le Sacre Scritture. Per questo ritengo molto importante leggere e approfondire la conoscenza dei Vangeli e, più in generale, di tutti i 73 Libri che compongono la Bibbia. Si tratta quindi di scegliere cosa fare.

Dolci e avvolgenti le parole di Pietro: “Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita Eterna …”. Già…: Pietro ha ragione: da chi andremo?… Possiamo fondare la nostra esistenza solo sulle false certezze del presente?… e quand’anche vivessimo bene ed a lungo, non arriverebbe alla fine anche la nostra ora?… Non mi basta!… non mi può bastare!… Sono nato e non voglio morire, neanche tra “cent’anni”!… La nostra Speranza si fonda sulla Risurrezione di Cristo: infatti, come dice San Paolo, “se Cristo non è risorto, è vana la vostra fede” (1 Corinzi, 15,17). E Cristo è risorto!… di cos’altro abbiamo bisogno?…

Vedo intorno a me un abisso!… Molti…, troppi!… hanno rinunciato al dono della Fede, malgrado abbiano avuto la fortuna di nascere e di vivere dove c’è ancora una Chiesa viva, fatta di tanta gente semplice e di tanto bene che ha il solo “torto” di non far rumore come il male!… Prego il Signore di far gemere quel dono di Fede fatto a tutti nel cuore di ognuno, fino al punto di risvegliare le tante, troppe!… anime intorpidite da un’esistenza fatta di fretta e di luci fatue!… e lo prego perché possa perdonare i miei peccati e continuare a darmi la forza e la gioia di continuare nella sua ricerca!…

Franco