«

»

apr
19

IV Domenica di Quaresima – 15 Marzo 2015

150315 IV Domenica di QuaresimaLa liturgia con il canto d’ingresso ci invita alla gioia. Ci fa pregustare la letizia pasquale. Gioia per il trionfo di Cristo, ma anche gioia per il ritorno di tanti figli e figlie lontani dalla casa del Padre. Un Padre amoroso che sempre attende con fiducia.

 

 

Commento:

http://la-domenica.it/iv-domenica-di-quaresima-b/

Prima Lettura:

Dio punisce Israele con l’esilio per le sue numerose infedeltà, ma dopo settant’anni lo fa ritornare nella terra che gli aveva dato in dono.

dal Secondo Libro delle Cronache (36,14-16.19-23) – http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PB7.HTM

Seconda Lettura:

L’Apostolo Paolo pone in risalto “la straordinaria ricchezza” di Dio a favore dei credenti: Dio li ha salvati rendendoli partecipi del destino di Cristo morto e risorto.

dalla Lettera di San Paolo Apostolo agli Efesìni (2,4-10) – http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PYE.HTM

Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito; chiunque crede in Lui ha la Vita Eterna.

Vangelo:

La venuta di Gesù nel mondo, la sua vita, la sua croce e la sua risurrezione sono il segno più grande dell’amore del Padre per tutti gli uomini. Accogliere o rifiutare l’amore di Dio offerto in Cristo decide la nostra salvezza o la nostra condanna.

dal Vangelo secondo Giovanni (3,14-21) – http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PVN.HTM

Seguiamo i Testimoni luminosi:

Padre Gabriele Allegra – Tanto attivismo, tanto amore per il prossimo, tanto coraggio nel difendere la Chiesa nel paese più comunista della storia, la Cina di Mao, non si comprendono se non si coglie il nucleo essenziale della sua vita interiore: l’ispirazione a san Francesco e un’appassionata, ardita dedizione all’Immacolata come “Corredentrice”. Così padre Gabriele Maria Allegra [San Giovanni La Punta (CT) 1907 – Hong Kong 1976] definiva la Madre di Cristo. Il suo grande amore verso la Parola di Dio lo spinse a tradurre la Bibbia in lingua cinese (http://www.vatican.va/chinese/bibbia.htm ). Per questo immane sforzo padre Allegra è ancora ricordato con gratitudine e ammirazione. Il 29 Settembre 2012 è stato beatificato ad Acireale presso la cattedrale di Maria SS.ma Annunziata.   Cristina Santacroce

——-

Cari amici,

il brano del Vangelo di oggi riporta parole di Gesù che sono particolarmente importanti per la nostra salvezza: “… Chi crede in Lui [ndr: in Gesù, l’unigenito Figlio di Dio] non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio. …”. Sono parole molto dure che ci cadono addosso come una ghigliottina!… ma sono anche parole che ci ammoniscono paternamente perché la nostra vita non vada perduta ed è così che vanno lette: nessuna paura quindi, ma ascolto!…

Credere in Gesù significa prima di tutto conoscerlo: si può infatti credere in chi non si conosce?… e per conoscere Gesù occorre leggere il suo Vangelo, gustandolo brano per brano e lasciando che lo Spirito Santo apra la nostra mente ed il nostro cuore agli insegnamenti del Maestro. Torniamo quindi testardamente a dire che per la nostra vita è necessaria una conoscenza meditata del Vangelo attraverso una vera e propria Lectio Divina (http://it.cathopedia.org/wiki/Lectio_Divina ). Sant’Agostino ci insegna infatti che “Ogni preghiera è conversazione con Dio; quando leggi, è Dio che ti parla; quando preghi, è a Dio che parli.”.

Da qualche anno, nell’ambito della Parrocchia che frequento, ho iniziato a sostenere ed a frequentare, non senza difficoltà …, un “Gruppo del Vangelo”: seguiti dal Parroco, nostro catechista, ci incontriamo due volte al mese per leggere e meditare insieme un brano di Vangelo. Dopo la lettura, segue almeno un quarto d’ora di silenzio durante il quale ognuno per sé, rilegge ed approfondisce coi commenti e coi richiami della Bibbia, la Parola e ad ognuno lo Spirito Santo suggerisce qualcosa; quel qualcosa viene poi messo a disposizione di tutti nella discussione comunitaria e voi non immaginate quante cose ho potuto conoscere e imparare!… :-)   Davvero la nostra Fede è intrinsecamente comunitaria!… :-)

Posso quindi suggerire a tutti coloro che vorranno leggere questo articolo, di recarsi presso la loro Parrocchia per chiedere di entrare a far parte di un Gruppo del Vangelo e, laddove non ce ne fossero, per chiedere di poterne iniziare a formarne uno. Coraggio!… :-) è possibile!… :-)   Un testo che mi è stato consigliato dal Parroco, nostro catechista, è: Enzo Bianchi, “Pregare la Parola – Introduzione alla ‘Lectio Divina’” Piero Gribaudi Editore. Potete aiutarvi con questo.

Franco